Si lavora con impegno in Valcuvia per l’allestimento del ventiduesimo trofeo Alfredo Binda donne elite e l’ottavo Piccolo Trofeo Binda – Valli del Verbano donne junior in programma domenica 21 marzo. Le due gare prenderanno avvio dal Centro Commerciale Cocquio e si concluderanno a Cittiglio in una giornata che si annuncia di grande valore sportivo vista la presenza di tutte le migliori atlete al mondo: “E’ una bella tradizione per queste due corse – sottolinea Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion e capo dell’organizzazione – Tutte ci tengono a partecipare. Queste strade sanno fare selezione ma sanno tenere alta la speranza di successo fino alle battute finali. Si può vincere per distacco ed in volata. Nessuna è tagliata fuori dal pronostico anche se poi a vincere è sempre un’atleta di grandissimo spessore. Tra le junior, a causa della pandemia, qualche nazionale straniera si è vista costretta a rinunciare alla trasferta in Italia; il Piccolo Trofeo Binda – Valli del Verbano è diventato un po’ il “campionato del mondo di primavera” e tutte vogliono venire a correre in provincia di Varese”. Proprio la gara junior aprirà la giornata di domenica. La partenza dal Centro Commerciale Cocquio è fissata alle ore 8.25. Dopo aver percorso 73 chilometri di gara l’arrivo a Cittiglio è previsto dopo le ore 10.00. Sono iscritte 122 corridori, in rappresentanza di 21 squadre tra cui le nazionali di Francia, Germania, Lettonia, Slovacchia, Slovenia, Svizzera. Il trofeo Binda donne elite partirà alle ore 12.10, l’arrivo è previsto attorno alle ore 16.00.

Il percorso di gara
La partenza dell’ottavo Piccolo Trofeo Binda – Valli del Verbano per donne junior, gara valevole per l’assegnazione della Coppa delle Nazioni 2021, avverrà a Cocquio Trevisago e si svilupperà su un tracciato complessivo di km 73,4. Il percorso di gara è idealmente diviso in tre diversi tratti. Il primo tratto prevede un anello di sette chilometri per Olginasio e Besozzo (da ripetere due volte). Quindi Gemonio e Cittiglio per un circuito attraverso Brenta, la salita di Casalzuigno, Cuveglio, Casale con il GPM, Casalzuigno, Cuveglio, Cuvio, Comacchio, Azzio per il GPM, Gemonio da ripetere due volte. Quindi il tratto finale con la salita di Orino e arrivo a Cittiglio.

Le misure di sicurezza
D’accordo con Autorità e Organismi responsabili della sicurezza pubblica sono state messe a punto misure che garantiranno ad atlete, staff, organizzazione e popolazione locale di evitare ogni rischio contagio: “Abbiamo lavorato molto sul piano della scurezza – spiega Mario Minervino – Tutta l’area interessata alla corsa, partenza, percorso di gara e arrivo, sono state divise in due “bolle”. La prima di colore verde è destinata a team ed atlete mentre della seconda, di colore giallo, faranno parte tutti i componenti dell’organizzazione. Nessuno sarà ammesso alle due “bolle” senza idonea documentazione comprovante lo stato di salute, in particolare rispetto al Covid 19. La terza bolla, di colore bianco, era destinata al pubblico. Ma l’abbiamo abolita perché il pubblico, semplicemente, non ci sarà. Ringrazio fin d’ora la RAI, PMG Sport, Eurosport e tutte le piattaforme che trasmetteranno le immagini delle gare. Il controllo sul territorio sarà rigidissimo. Grazie alla Askyclean tutte le aree saranno sanificate; è un sistema all’avanguardia adottato nelle più importanti competizioni al mondo. Inoltre la RCA Bignami metterà a disposizione duemila mascherine FFP2 brandizzate che distribuiremo a tutti gli accreditati e ai volontari”. Tutte le info, dalla nuova logistica, agli orari e percorsi, sono disponibili sul sito: www.cyclingsportpromotion.com. (Foto di Flaviano Ossola)