Altri

A Cuveglio e Besozzo le ultime due lezioni del progetto scolastico

A Cuveglio e Besozzo le ultime due lezioni del progetto scolastico

Gli ultimi due appuntamenti del progetto scolastico “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” 2024, fortemente voluto dalla Cycling Sport Promotion di Mario Minervino, si sono tenuti nelle giornate di martedì 20 e oggi, giovedì 22 febbraio. Protagoniste, le due classi quarte e la classe quinta dell’Istituto Comprensivo Statale “D. Alighieri” di Cuveglio (VA), le classi quarta e quinta dell’Istituto Comprensivo Statale “G. Adamoli” di Besozzo (VA), le classi quarta e quinta della scuola primaria “G. Pascoli” di Besozzo Inferiore, le classi quarta e quinta della scuola primaria “G. Mazzini” di Besozzo Superiore e le classi quarta e quinta della scuola primaria “M. Quaglia” di Bogno di Besozzo. Le lezioni interattive, organizzate in collaborazione con la Polizia Locale, la Polizia Stradale e le Amministrazioni Comunali di Cuveglio e di Besozzo, sono state tenute dal sovrintendente della Polizia Stradale di Varese Massimo Berardinello coadiuvato dall’assistente capo coordinatore Gian Luca D’Oronzo. Questa mattina, alla lezione che si è tenuta presso il comune di Besozzo, è intervenuto anche l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Benessere Francesca Pianese.

Al termine della lezione i ragazzi delle scuole di Besozzo hanno realizzato uno striscione colorato, per sostenere le atlete in gara, che verrà collocato nei pressi del traguardo volante di Olginasio in occasione del passaggio del “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – G.P. Almar UCI Womens’ World Tour” in programma domenica 17 marzo: “Sono rimasto molto colpito dalla partecipazione entusiasta dei ragazzi e degli Amministratori Pubblici che percepiscono il valore della promozione della mobilità a pedali – dichiara Mario Minervino – Siamo ormai a poche settimane dall’appuntamento con il trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio e il Piccolo trofeo Binda – Valli del Verbano e siamo impegnatissimi con i preparativi. Il territorio ed i ragazzi sono entusiasti e noi riceviamo sempre una bella carica di energia”. (Foto di Flaviano Ossola)

Doppia lezione del progetto scolastico: “Pedala, Pedala… in Sicurezza!”

Doppia lezione del progetto scolastico: “Pedala, Pedala… in Sicurezza!”

Ieri e oggi, martedì 7 febbraio rispettivamente a Gemonio e Cittiglio, si sono svolti i primi due appuntamenti del progetto “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” che la Cycling Sport Promotion, in collaborazione la Polizia Locale e la Polizia Stradale di Varese, propone ai ragazzi delle scuole del territorio: “Per noi è sempre una grande gioia vedere i ragazzi così interessati all’educazione stradale e alle lezioni teoriche di guida della bicicletta – sottolinea il presidente Mario Minervino -. Il mondo della scuola è molto sensibile e partecipe. Ringrazio in particolar modo tutto i docenti e i genitori per la loro preziosa disponibilità e partecipazione”.

Protagonisti i piccoli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale “E. Curti” di Gemonio (VA) e di Cittiglio (VA). Le lezioni interattive sono state tenute dal sovrintendente della Polizia Stradale di Varese Massimo Berardinello coadiuvato dall’assistente capo coordinatore Gian Luca D’Oronzo. Hanno preso parte le classi quarta e quinta elementare dei due istituti, per un totale di un circa 100 alunni. Il progetto “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” ha l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni sui temi ambientali, sociali, con particolare riguardo alla sicurezza stradale (non solo con dimostrazioni teoriche ma anche con prove di abilità). Lo scopo è favorire l’uso della bicicletta quale mezzo a basso impatto ambientale. Un mezzo che contribuisce ad una maggiore fluidità del traffico urbano e allo stesso tempo promuove i valori dello sport e della salute. Andare in bicicletta, certo, ma in sicurezza e nel rispetto delle regole, attraverso l’attività di prevenzione e formazione nelle scuole.

Intanto la Cycling Sport Promotion prepara la presentazione ufficiale del Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – UCI Women’s Road World Tour ed il Piccolo Trofeo Alfredo Binda – Prova della Coppa delle Nazioni per donne junior in programma domenica 17 marzo con partenza da Maccagno con Pino e Veddasca e arrivo a Cittiglio, tutto in provincia di Varese. La presentazione ufficiale dell’evento è in programma a Varese sabato 17 febbraio presso la sede della Camera di Commercio.

Alla presentazione parteciperà Cordiano Dagnoni, presidente della Federazione Ciclistica Italiana che ha anticipato il suo saluto all’organizzazione: “Uno dei segreti del successo del Trofeo Binda – scrive il presidente Dagnoni – è il forte legame con le comunità del territorio, che da sempre mobilita le sue forze migliori, imprenditoriali e sociali. Voglio ringraziarle, a nome di tutto il movimento ciclistico che rappresento, perché senza di loro non sarebbe possibile ogni anno godere di questa grande festa. Il ringraziamento più grande, però, va alla Cycling Sport Promotion ASD, al patron Mario Minervino, a tutto il gruppo di lavoro e ai tanti appassionati che contribuiscono alla sua realizzazione”. (Foto di Flaviano Ossola)

Il calendario del progetto “Pedala, Pedala… in Sicurezza!”
– Gemonio.6 Febbraio 2024
Ore 9.30: quarta e quinta classe delle Scuole Primarie dell’Istituto comprensivo di Gemonio
– Cittiglio. 7 Febbraio 2024
Ore 9.30: quarta e quinta classe dell’Istituto comprensivo di Gemonio
– Cuveglio. 20 Febbraio 2024
Ore 14.30 quarta e quinta classe delle Scuole Primarie dell’Istituto comprensivo di Cuveglio con prova pratica nella nuova piazza
– Besozzo. 22 Febbraio 2024
Ore 9.30: quarta e quinta classe dell’Istituto comprensivo di Besozzo

Serata indimenticabile al “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Ciclismo Femminile a Cittiglio”

Serata indimenticabile al “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Ciclismo Femminile a Cittiglio”

Bellissima, fortissima, grandissima, indimenticabile. Sono solo alcuni tra gli aggettivi più ricorrenti che hanno declinato l’emozione che, ieri sera, ha caratterizzato il “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio” che la Cycling Sport Promotion ha allestito nella cornice settecentesca di Villa Recalcati, a Varese. Emozioni, dunque, senza fine: dai toni del bianco e nero delle immagini fotografiche di Morena Tartagni ai primi video degli anni ’90 fino alle immagini spettacolari delle ultime edizioni. Emozionate le signore, emozionate le donne giovani con le giovani famiglie al seguito, emozionate anche le più giovani, le atlete in piena attività che tolgono il sonno al CT Paolo Sangalli in vista delle Olimpiadi del 2024. Il Gran Galà organizzato dal presidente Mario Minervino è stato un film sulla storia del ciclismo femminile; dai forti pregiudizi denunciati dalla Tartagni alle difficoltà ed ai progressi del ciclismo italiano che si apriva prima alle atlete dell’Est Europa poi a quello mondiale fino all’avvento del professionismo, globalizzazione e tecnologia. Cinquant’anni perfettamente raccontati dal trofeo Alfredo Binda, nato sulle strade di Cittiglio per promuovere il ciclismo femminile prima sul territorio regionale, poi nazionale e internazionale fino alla risonanza mondiale che l’evento ottiene sempre più.

Moltissime sono state le testimonianze di stima per l’attività e l’impegno del presidente Mario Minervino: dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, intervenuto con un video messaggio: “Il calendario internazionale premia la provincia di Varese. La bici da sempre modo apprezzare e valorizzare i nostri luoghi e i nostri paesaggi. Per questo rivolgo a Minervino il mio plauso”. A Marco Magrini, presidente della Provincia di Varese: “Sono legato al territorio su cui si svolge il trofeo Binda. Da ex presidente della Comunità Montana compresi subito il valore dell’evento e continuo a sostenerlo con entusiasmo”. E poi l’annuncio: “Stiamo progettando un piano che unisce sport, cultura e turismo e proporre Varese all’attenzione mondiale. Già oggi Varese è la seconda provincia italiana per sviluppo della rete di piste ciclabili”. A Salvatore Ciarcià. vice-prefetto di Varese che ha sottolineato come: “Lo sport costituisca un forte volano per la promozione della cultura e del turismo”.

Mario Minervino ha riassunto la storia del Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio, dai primi organizzatori e sostenitori alle Istituzioni del territorio che hanno assicurato il sostegno, agli sponsor, da quelli storici agli attuali, alle Istituzioni Sportive che hanno accompagnato la crescita dell’evento, ai Volontari, alle Forze dell’Ordine, alle numerose Associazioni che garantiscono la sicurezza dell’evento che ha ispirato la nascita della Coppa delle Nazioni junior e, nel 2023, ha proposto donne esordienti ed allieve nello stesso, magnifico e suggestivo scenario delle atlete elite. Tra le curiosità. Rossella Magnani, sindaco di Cittiglio, ha raccontato la storia della mascotte del trofeo Binda; una rana. O meglio, la rana birichina: “Per noi la flora e la fauna sono molto importanti; proposi la rana perché è simbolo di biodiversità. Era ormai anni fa ed io, all’epoca, lavoravo nel gruppo di Minervino”. Importanti le presenze significative per il trofeo Binda; da Alfredo Bonariva, il primo ad organizzare il gruppo femminile, al vice presidente onorario UCI Renato Di Rocco che chiese a Mario Minervino di tornare ad organizzare in Italia una gara di Coppa del Mondo femminile, ad Amedeo Colombo, tra i primi imprenditori a sostenere l’organizzazione di Mario Minervino, ai sindaci del territorio, agli ex sindaci di Cittiglio, a Luca Gialanella, responsabile del ciclismo alla Gazzetta dello Sport: “Mario Minervino per primo ha creduto nel ciclismo femminile che lui ha contribuito a far crescere fino al successo che riscuote oggi”

Tantissima le vincitrici del trofeo Binda presenti alla serata: Morena Tartagni, Nicoletta Castelli, Cristina Menuzzo “Noi correvamo e lavoravamo insieme; era tutto un altro mondo”, Anna Morlacchi “Grazie al ciclismo mi sono trovato benissimo anche nel ballo dove ho vinto 13 titoli italiani”, Francesca Galli “Il ciclismo mi ha dato tante soddisfazioni e delusimi. Mi ha insegnato a mandar già bocconi amari e questi valori mi sono serviti nella vita”, Rossella Galbiati “la gara di Cittiglio non pensavo di riuscire a vincerla. Ma poi riuscii giocando d’anticipo su tutte le altre”, Elisabetta Fanton “Il ciclismo è uno sport duro che ha formato il mio carattere e mi ha aiutato tantissimo”, Roberta Ferrero “Quando si fatica tanto insieme poi ci si ritrova e si è subito felici. Promuovere lo sport per la salute è buona cosa”, Nicole Brandli “Sono molto contenta di aver ritrovato tante compagne”, Svetlana Bubnenkova “Sono sempre arrivata dopo la musica, come si dice tra noi. Ma nel 2002 fu bellissimo”, Diana Ziliute “Un grande grazie a chi si impegna per fare in modo che la corsa continui. Sport è elisir di gioventù ed ora mi impegno di trasmettere qualcosa alle cicliste giovani di oggi”, Nicole Cooke “Il trofeo Binda è molto difficile come corsa e il team di Minervino è bravissimo”, Regina Schleicher (in perfetto italiano come Nicole Cooke, Nicole Brandli, Svetlana Bubnenkova e Diana Ziliute) “Una volta tutte le squadre forti erano italiane, ora molto è cambiato”.

Elisa Longo Borghini “Ringrazio tutte le donne che si sono battute per lo sviluppo del ciclismo femminile. Io ho guardato tutte loro quando erano in attività. Auguro alle ragazze di domani di mantenete la passione e l’entusiasmo che vedo nelle ragazze di un tempo”, Elisa Balsamo “Correre a Cittiglio è bellissimo; quando si fa l’ultima curva sento il tifo della gente che mi spinge verso il traguardo. Nel 2024 cercheremo di riportare il successo in Italia. Senza le vincitrici del passato non saremmo qui. Noi lotteremo per portare ancora più in alto il ciclismo femminile”, Noemi Cantele “Grazie ad Amedeo Colombo e Renato Di Rocco che ai mondiali di Stoccarda riconobbero gli stessi premi dei colleghi maschi”.

Infine, la sorpresa. Marianne Vos è intervenuta in collegamento dal ritiro di Tenerife: “Ho tanti ricordi legati al trofeo Binda, una delle corse più importanti che punto a vincere di nuovo nel 2024. Saluto e mi complimento con le pioniere del ciclismo femminile. Negli ultimi dieci/quindici anni il ciclismo femminile si è evoluto molto. Grazie al lavoro degli organizzatori tanti bambini e bambine oggi possono vedere il ciclismo femminile in TV”. Appuntamento con il trofeo Alfredo Binda domenica 17 marzo 2024. (Foto di Flaviano Ossola)

Grande attesa per il “Gran Galà del Trofeo Binda” in programma Sabato 2 Dicembre a Varese

Grande attesa per il “Gran Galà del Trofeo Binda” in programma Sabato 2 Dicembre a Varese

Sarà una bellissima pedalata nella storia del ciclismo femminile quella in programma sabato 2 dicembre a Varese in occasione del “Gran Galà del Trofeo Binda, 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio” che si terrà nelle sale di Villa Recalcati. Tantissime delle vincitrici della competizione hanno risposto all’invito della Cycling Sport Promotion: “Sì, siamo molto felici che abbiano accettato in tante di venire a Varese per festeggiare i 50 anni dalla prima edizione del trofeo Alfredo Binda – dichiara il presidente Mario Minervino – Tra i tanti valori che caratterizzano il ciclismo c’è senza dubbio quello della memoria. Sabato festeggeremo Alfredo Binda a cui è dedicata la corsa ma passeremo in rassegna tutte le edizioni già vissute, molte di queste con la presenza delle vincitrici. Sarà un viaggio magnifico che racconterà tanto del ciclismo femminile ma anche delle nostre valli e della nostra comunità che tiene tantissimo a questa corsa”.

Ecco l’elenco delle vincitrici del trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio che sarà possibile salutare e festeggiare sabato 2 dicembre, con inizio alle ore 17.30: Morena Tartagni, Nicoletta Castelli, Cristina Menuzzo, Anna Morlacchi, Francesca Galli, Lucia Pizzolotto, Stefania Carmine, Rossella Galbiati, Elisabetta Fanton, Roberta Ferrero, Nicole Brandli, Svetlana Bubnenkova, Diana Ziliute, Nicole Cooke, Regina Schleicher, Elisa Longo Borghini, Elisa Balsamo. Ci sarà anche Noemi Cantele la varesina che vinse il trofeo Binda juniores nel 1999. Nel prestigiosissimo albo d’oro del trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio figurano quasi tutte le più forti ed amate cicliste di ogni tempo; spicca l’olandese Marianne Vos, vincitrice ben quattro volte della corsa organizzata dalla Cycling Sport Promotion. (Foto di Flaviano Ossola)

Si avvicina la grande festa per i 50 anni di storia del “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio”

Si avvicina la grande festa per i 50 anni di storia del “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio”

Sabato 2 dicembre a Varese, in Villa Recalcati, la Cycling Sport Promotion celebrerà un bel pezzo di storia del ciclismo femminile internazionale. Nel 2024 cadranno infatti 50 anni dalla prima edizione del “Trofeo Alfredo Binda” e 25 anni da quando la corsa ha assunto la denominazione definitiva: “Il 2024 sarà un anno molto importante, ecco perché abbiamo deciso di celebrare il 50° anniversario dalla prima edizione della gara femminile a Cittiglio e celebreremo anche la 25ª edizione del Trofeo Alfredo Binda Comune di Cittiglio – dichiara il presidente Mario Minervino – Per queste ricorrenze abbiamo deciso di organizzare il ‘Gran Galà del Trofeo Binda, 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio’, nel quale ripercorreremo la storia della nostra corsa, attraverso le testimonianze di tutte le campionesse che nel tempo lo hanno vinto e hanno dato lustro a questa classica del ciclismo femminile. Con l’evento del 2 dicembre vogliamo porre l’attenzione sul valore che la gara assume sempre più nel panorama ciclistico internazionale. Un valore enorme per Cittiglio e per tutto il comprensorio nord della provincia di Varese. Vedere cosa è diventata negli anni questa manifestazione sportiva al femminile è motivo di grande soddisfazione. Siamo molto emozionati quando pensiamo alla bella vetrina mondiale che il Binda garantisce ogni anno”. Saranno tantissime le vincitrici del “Trofeo Alfredo Binda” presenti al Gran Galà, ad iniziare da Elisa Longo Borghini ed Elisa Balsamo, le ultime due vincitrici italiane. (Foto di Flaviano Ossola)

Sabato 2 Dicembre a Varese il “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Storia”

Sabato 2 Dicembre a Varese il “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Storia”

Sabato 2 dicembre la città di Varese ospiterà il “Gran Galà del trofeo Binda, 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio”. Infatti, nel 2024 cadranno esattamente cinquant’anni dalla prima edizione della competizione nata dalla passione popolare di una comunità che diede i natali ad Alfredo Binda, grande campione degli anni ’20 e ’30. Nel 1974 il trofeo Binda fu vinto dalla lecchese Giuseppina Micheloni a cui fecero seguito nomi importanti del ciclismo italiano da Morena Tartagni a Lucia Pizzolotto, Maria Canins, Elisabetta Fanton, Valeria Cappellotto e Fabiana Luperini. Già nel 1985 la corsa ebbe un importante riconoscimento, con l’assegnazione del titolo tricolore.

La corsa non venne organizzata nel 1997 e nel 1998. La Federazione Ciclistica Italiana la ripropose nel 1999 come gara nazionale e l’organizzazione della Società Ciclistica Caravatese Inda. Nel 2007 il trofeo Binda fu promossa gara internazionale sotto l’egida dell’Unione Ciclistica Internazionale e nel 2008 l’organizzazione passò alla Cycling Sport Promotion di Mario Minervino. La competizione fu subito inserita nel calendario di Coppa del Mondo divenendo una delle competizioni internazionali più ambite. Quindi dal 2016, con le modifiche apportate dall’Unione Ciclistica Internazionale, il Trofeo Alfredo Binda è prova di prestigio del calendario del Women’s World Tour. Sarà festa grande sabato 2 dicembre, alle ore 17:00 a Villa Recalcati, in piazza Libertà a Varese. Tantissime delle vincitrici, dalle meno giovani alle vincitrici di questi ultimi anni, saranno presenti a partire da Elisa Longo Borghini ed Elisa Balsamo, rispettivamente vincitrici a Cittiglio nel 2021 e 2022. (Foto di Flaviano Ossola)

<!--:it-->A Cittiglio (VA) il grande “Grazie” rivolto ai Volontari della Cycling Sport Promotion al termine della stagione 2019<!--:-->

A Cittiglio (VA) il grande “Grazie” rivolto ai Volontari della Cycling Sport Promotion al termine della stagione 2019

Come sempre la festa di fine d’anno dei volontari della Cycling Sport Promotion si rivela l’occasione per guardare al passato e progettare il futuro. Chiuso il 2019, caratterizzato dai successi organizzativi del trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio e del trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Binda, molto apprezzati dall’Unione Ciclistica Internazionale, dai corridori e dal territorio, si guarda al 2020 che sarà all’insegna della nuova località di partenza dei due eventi: Cocquio Trevisago, poco distante da Cittiglio che si conferma caposaldo degli eventi organizzati dalla società sportiva presieduta da Mario Minervino: “Sì, quest’anno è stato particolarmente significativo per le due corse che l’UCI indica sempre come un modello da imitare – spiega Minervino – oggi ad Aigle, in occasione de seminario dedicato al ciclismo femminile – ribadiremo le prerogative del movimento ciclistico femminile anche dal punto di vista organizzativo. Nel 2020 da Taino sposteremo la partenza a Cocquio Trevisago per continuare a premiare quanto più possibile tutta la provincia di Varese che si dimostra sempre molto entusiasta con le nostre corse. Il ciclismo femminile aggiunge ancora più fascino ad un territorio bellissimo, che ha dato natali a grandi campioni e che sta divenendo sempre più pedalabile. Tanti studi e ricerche dimostrano quanto sia importante il ciclismo per lo sviluppo e la crescita dell’economia locale e i nostri due eventi stanno proprio a richiamare l’attenzione sulle opportunità offerte dal ciclismo”.

Nei giorni scorsi dirigenti e collaboratori della Cycling Sport Promotion, presso l’accogliente hotel Cristallo di Cittiglio (VA), hanno condiviso questi valori con le autorità in occasione dei tradizionali auguri di Natale: “Ormai si tratta di una simpatica tradizione d’inizio dicembre – ha aggiunto Minervino – che ci consente di salutare i volontari e le associazioni che ci aiutano nell’organizzazione delle due gare, un vero esercito di persone che garantiscono la sicurezza di corridori e pubblico, dagli Alpini, alla Protezione Civile, alle Pro Loco”. Fabrizio Anzani, sindaco di Cittiglio, ha fatto gli onori di casa di una platea vastissima. Partecipe della serata anche Stefano Ghiringhelli, sindaco di Taino, che ha testimoniato quanto in questi anni il ciclismo sia stato un importante traino per la crescita del turismo nel piccolo centro da lui amministrato. (Foto di Flaviano Ossola)

<!--:it-->Il progetto scolastico “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” ha fatto tappa a Taino (VA)<!--:-->

Il progetto scolastico “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” ha fatto tappa a Taino (VA)

Il progetto scolastico “Pedala, Pedala… in Sicurezza!”, coordinato dalla Cycling Sport Promotion di patron Mario Minervino, oggi ha fatto tappa nel cuore di Taino (VA), sede di partenza del “21° Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – U.C.I. Women’s World Tour” e del “7° Trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Alfredo Binda – U.C.I. Nations’ Cup Junior Women”, in programma domenica 24 marzo.

All’incontro, che si è tenuto presso l’auditorium, hanno preso parte le classi seconda, terza, quarta e quinta della Scuola Primaria “G. Pascoli”, per un totale di oltre ottanta alunni. La doppia lezione interattiva di educazione stradale ha riscosso grande entusiasmo da parte di tutti i ragazzi intervenuti ed è stata tenuta dall’assistente capo della Polizia Stradale di Varese Massimo Berardinello, coadiuvato dai rappresentanti della Polizia Locale. “La lezione di questa mattina è stata come sempre un successo – ha commentato il presidente della CSP Mario Minervino – tutti i ragazzi hanno dimostrato forte interesse per le importanti tematiche legate alla sicurezza stradale e grande entusiasmo di poter seguire da bordo strada le nostre prestigiose competizioni. Tutto questo rende me ed i miei collaboratori particolarmente felici.”

Sabato 23 febbraio, a Ispra (VA), si svolgerà la serata di gala, ad invito, del “21° Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – U.C.I. Women’s World Tour” e del “7° Trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Alfredo Binda – U.C.I. Nations’ Cup Junior Women”. (Foto di Flaviano Ossola)

<!--:it-->Venerdi’ 1 Febbraio a Taino (VA) stupenda serata con la fuoriclasse azzurra Tatiana Guderzo<!--:-->

Venerdi’ 1 Febbraio a Taino (VA) stupenda serata con la fuoriclasse azzurra Tatiana Guderzo

Sarà un talk show con due straordinarie cicliste ad aprire la stagione 2019 della Cycling Sport Promotion. L’appuntamento è fissato per venerdì 1° febbraio a Taino (VA), che ospiterà Tatiana Guderzo e Morena Tartagni, due splendide campionesse che, in epoche diverse, hanno scritto pagine importanti del ciclismo femminile. La Guderzo si è laureata campionessa mondiale nel 2009 ed è salita sul podio delle Olimpiadi 2008. La Tartagni ha sfiorato ben tre volte il titolo iridato conquistando due argenti e un bronzo a cavallo fra gli anni ’60 e ’70. La serata sarà condotta dal giornalista Lorenzo Franzetti. Le iscrizioni alla serata, cena inclusa, chiuderanno domani, martedì 29 gennaio. Dalla prossima settimana inizieranno gli incontri con i bambini delle scuole secondarie nell’ambito del progetto “Pedala, Pedala… in sicurezza!” che quest’anno farà tappa a Taino, Gemonio, Laveno Mombello e Cittiglio.

Sabato 23 febbraio l’Istituto Don Guanella di Ispra offrirà la scenografia della presentazione ufficiale del Trofeo Binda – Comune di Cittiglio – 3^ PROVA UCI Women’s World Tour Femminile riservata alla categoria Donne Elite – e del Trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Binda – 1^ prova UCI Nations’ Cup Junior Femminile riservata alla categoria Donne Junior. Dunque la presentazione avrà luogo solo un mese prima delle due gare, in programma domenica 24 marzo sul percorso che da Taino raggiunge Cittiglio: “Stiamo entrando nel vivo dei nostri appuntamenti – dichiara Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion – C’è sempre molto entusiasmo attorno all’appuntamento di marzo ed è un entusiasmo contagioso.

Quest’anno si è aggiunto un ulteriore appuntamento con i bambini ma soprattutto a Taino hanno invitato due bellissime campionesse che ci racconteranno molto del ciclismo femminile, fin dagli anni ‘60. Nei prossimi giorni la Cycling Sport Promotion renderà nota la lista dei Paesi e delle squadre che prenderanno il via al Trofeo Binda – Comune di Cittiglio e al Trofeo Da Moreno: “Riceviamo molte richieste di partecipazione da Paesi da tutto il mondo ma non possiamo accontentare tutti – prosegue Minervino – ma come sempre al via ci saranno quasi tutte le migliori attete del mondo”.