Comunicati stampa

A Cuveglio e Besozzo le ultime due lezioni del progetto scolastico

A Cuveglio e Besozzo le ultime due lezioni del progetto scolastico

Gli ultimi due appuntamenti del progetto scolastico “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” 2024, fortemente voluto dalla Cycling Sport Promotion di Mario Minervino, si sono tenuti nelle giornate di martedì 20 e oggi, giovedì 22 febbraio. Protagoniste, le due classi quarte e la classe quinta dell’Istituto Comprensivo Statale “D. Alighieri” di Cuveglio (VA), le classi quarta e quinta dell’Istituto Comprensivo Statale “G. Adamoli” di Besozzo (VA), le classi quarta e quinta della scuola primaria “G. Pascoli” di Besozzo Inferiore, le classi quarta e quinta della scuola primaria “G. Mazzini” di Besozzo Superiore e le classi quarta e quinta della scuola primaria “M. Quaglia” di Bogno di Besozzo. Le lezioni interattive, organizzate in collaborazione con la Polizia Locale, la Polizia Stradale e le Amministrazioni Comunali di Cuveglio e di Besozzo, sono state tenute dal sovrintendente della Polizia Stradale di Varese Massimo Berardinello coadiuvato dall’assistente capo coordinatore Gian Luca D’Oronzo. Questa mattina, alla lezione che si è tenuta presso il comune di Besozzo, è intervenuto anche l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Benessere Francesca Pianese.

Al termine della lezione i ragazzi delle scuole di Besozzo hanno realizzato uno striscione colorato, per sostenere le atlete in gara, che verrà collocato nei pressi del traguardo volante di Olginasio in occasione del passaggio del “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – G.P. Almar UCI Womens’ World Tour” in programma domenica 17 marzo: “Sono rimasto molto colpito dalla partecipazione entusiasta dei ragazzi e degli Amministratori Pubblici che percepiscono il valore della promozione della mobilità a pedali – dichiara Mario Minervino – Siamo ormai a poche settimane dall’appuntamento con il trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio e il Piccolo trofeo Binda – Valli del Verbano e siamo impegnatissimi con i preparativi. Il territorio ed i ragazzi sono entusiasti e noi riceviamo sempre una bella carica di energia”. (Foto di Flaviano Ossola)

Presentato ufficialmente a Varese il “Trofeo Alfredo Binda UCI WWT”

Presentato ufficialmente a Varese il “Trofeo Alfredo Binda UCI WWT”

Per il Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio e per il Piccolo Trofeo Binda – Valli del Verbano sarà un’edizione davvero speciale quella del 2024, in programma domenica 17 marzo. C’è infatti la storia della corsa che testimonia la passione e l’amore che la comunità di Cittiglio vanta per il ciclismo femminile, nato qui in provincia di Varese ben 50 anni fa. Di questo mezzo secolo ben 25 anni vedono impegnati Mario Minervino e la sua Cycling Sport Promotion che non accennano in alcun modo a mostrare la fatica e l’onere organizzativo. In questi 25 anni Minervino ha portato nell’elite mondiale il trofeo Binda, ha inventato la corsa juniores e la conseguente Coppa delle Nazioni, oggi l’evento più importante al mondo della categoria nella prima parte della stagione agonistica. Lo scorso anno tra la corsa elite e la corsa junior sono state le donne allieve ed esordienti a prendersi la scena di Cittiglio. Un capitolo, quest’ultimo, che appare solo momentaneamente sospeso e che promette un ulteriore allargamento. Dunque, un evento il trofeo BInda che sottolinea la volontà propositiva di Mario Minervino e dei suoi collaboratori: “proporre il ciclismo giovanile nello stesso scenario mondiale delle campionesse del World tour e della Nations’ Cup”. Ieri sera, la magnifica sala Campiotti della Camera di Commercio di Varese, ha ospitato la presentazione dell’evento al quale parteciperanno tutte le migliori squadre di club e nazionali del panorama mondiale. Non a caso la dott.ssa Anna Deligios, ha sottolineato, infatti, il supporto della Camera di Commercio alle società sportive, sia nuove che consolidate come la CSP, per proporre Varese quale destinazione sportiva.

Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion, ha sottolineato: “Celebriamo cinquant’anni della corsa nata a Cittiglio e venticinque anni da quando la organizziamo noi della CSP. Sono molto onorato e orgoglioso del percorso compiuto finora. In particolare sono contentissimo di aver dato l’opportunità a tante campionesse di mettersi in luce qui in provincia di Varese. Ringrazio le autorità, le Istituzioni, la FCI. Noi pensiamo alla corsa nell’ambito di un progetto più generale del territorio che inizia con l’educazione stradale per i ragazzi delle scuole (quest’anno ben quattro) grazie alla disponibilità della Polizia Stradale. Quest’anno parliamo anche di alimentazione scolastica coinvolgendo il mondo della formazione e quello della produzione oltre al supporto al progetto sul clima proposto dall’Unione Ciclistica Internazionale. Lanciamo segnali tangibili importanti; ad esempio la rotonda che porta all’arrivo in via Valcuvia a Cittiglio sarà piantumata a nuovo e i ragazzi ne prenderanno cura tutto l’anno. Inoltre una nuova pianta sarà posta a dimora nell’area del Comune. E sarà così ogni anno. Per il progetto UCI stiamo lavorando con le squadra per la raccolta dei rifiuti che sarà gestita dall’associazione “Le Vespe”. Ma non dimentichiamo anche l’aspetto della ricaduta del territorio; Come sempre in provincia di Varese arriveranno migliaia di persone e saranno circa 30 le strutture interessate. Infine confermiamo il premio che tutti i sindaci del territorio consegneranno alla prima italiana all’arrivo”.

Dopo i saluti del vice prefetto vicario dott. Fabio De Fanti, Raffaele Cattaneo, sottosegretario di Regione Lombardia, ha messo in luce il legame dell’evento con il territorio soprattutto perché sono pienamente condivisi valori quali la fatica, la tenacia, la determinazione a non mollare mai, la voglia di arrivare fino in fondo. Valori propri della Regione Lombardia e del presidente Attilio Fontana. “Il ciclismo è uno dei veicolo più importanti per far vedere quanto è bella la nostra regione e la provincia di Varese”. Emanuele Monti, consigliere in Regione Lombardia, ha ringraziato i volontari e il lavoro comune con Mario Minervino per le iniziative che legano il Terzo Settore e lo sport. Michele Di Toro, consigliere in Provincia, ha messo in luce il connubio fra ambiente e salute. Cordiano Dagnoni, presidente della Federazione Ciclistica Italiana: “Mi fa molto piacere vedere quante attività si organizzano attorno alla corsa. Per il ciclismo non è facile entrare nelle scuole. Dunque, grazie a Mario Minervino che porta la cultura della bicicletta nel mondo scolastico. Approfitto della presenza di tanti Amministratori per chiedere di sostenere la richiesta di nuove piste ciclabili. Siamo grati e orgogliosi di queste corse che si fanno qui in provincia di Varese. Bravo Mario a lavorare per il ciclismo italiano”. Saluti anche da parte di Crescenzo Sciaraffa, generale della Guardia di Finanza e di Marco Bragazzi, comandante della Polizia Stradale di Varese.

Molto particolare il contributo di Sofia Bertizzolo, una delle campionesse più amate e sempre protagonista a Cittiglio: “E’ un orgoglio rappresentare stasera il gruppo. Il ciclismo femminile si è sviluppato moltissimo in questi ultimi anni. Ringrazio Mario Minervino (commosso) che ha contributo molto a far nascere il World Tour; di certo il trofeo Binda è la corsa più importante di inizio anno. Farò le corse in Olanda e Belgio per arrivare al 100% a Cittiglio. Rivolgo ancora un plauso a Mario Minervino perché organizza professionalmente la gara senza avere alle spalle una struttura professionale. Il percorso del Binda è da grande classica. Ogni tre chilometri si affronta una difficoltà e non si sa mai come può finire la corsa. E’ un spettacolo vero per chi sta all’arrivo. L’anno scorso ci sono state anche le allieve e le esordienti e a tutte loro è rimasta nel cuore, spero si possa ripetere presto questa opportunità”.

E’ stato poi il Ministro Giancarlo Giorgetti a rappresentare i suoi complimenti a Mario Minervino che organizza una corsa: “dall’albo d’oro prestigiosissimo. Varese è la culla del ciclismo e qui il ciclismo femminile ha trovato casa. Il ciclismo viaggia con il successo delle due ruote. Anni fa – ha dichiarato l’on Ministro Giorgetti – avevo a che fare con le crisi delle aziende di bici. Oggi assisto ad un fenomeno pazzesco. Ringrazio tutte le Amministrazioni Comunali e gli sponsor. Ogni anno questo è un piccolo miracolo che si ripete. Personalmente sono molto vicino al ciclismo perché corre incontro alla gente. Il ciclismo è uno sport mondiale che coinvolge mercati molto importanti; in particolare il trofeo Binda lo dobbiamo pensare come una vetrina globale”. Una vetrina che quest’anno sarà proposta da RAI2 ed Eurosport: “Avremo le migliori campionesse al via – aggiunge Minervino -. Ufficializzeremo l’elenco il prossimo 9 marzo a Cittiglio. Ringrazio fin d’ora i 500 volontari che lavoreranno alla sicurezza della corsa. Un grande movimento per dare la sicurezza”.

Quindi è stata la volta di Paolo Sangalli, CT della nazionale italiana che ha lanciato uno sguardo alle Olimpiadi di Parigi: “La corsa femminile è in programma il 4 agosto su un percorso di 158 chilometri con 6 cote e la gara olimpica somiglia moltissimo al percorso del trofeo Binda che costituirà il primo test. Il trofeo Binda e il Piccolo trofeo Binda rappresentano l’unica occasione al mondo nella quale io posso vedere insieme tutte le migliori atlete junior ed elite al via. Di sicuro le italiane saranno protagoniste”. Stefano Pedrinazzi, presidente del Comitato Regionale FCI, ha sottolineato ancora una volta l’impegno di Minervino per la promozione del ciclismo femminile con una visione e disponibilità per tutte le categorie. Infine i due sindaci di partenza ed arrivo. Fabio Passera sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, ha richiamato alla vasta eco della corsa grazie alla copertura TV: “Grazie alla corsa tutto il sistema Provincia di Varese esce vincente. Grazie a Minervino per averci coinvolto in questa bellissima esperienza che ci ha consentito di proporre il territorio in tutta Italia ed Europa”. Rossella Magnani, sindaco di Cittiglio: “Cittiglio è la culla di un grande campione e siamo fortunati ad averlo nei ricordi e questa corsa che lo ricorda da 50 anni. Un privilegio per Cittiglio ospitare il trofeo Binda. Grazie a tutti quelli che collaborano all’organizzazione”. (Foto di Flaviano Ossola)

Sabato 17 Febbraio la presentazione ufficiale nel cuore di Varese

Sabato 17 Febbraio la presentazione ufficiale nel cuore di Varese

Pedala veloce l’organizzazione del venticinquesimo trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio, gara del calendario World Tour donne elite e dell’undicesimo Piccolo Trofeo Binda – Valli del Verbano, appuntamento della Coppa delle Nazioni donne junior in programma domenica 17 marzo con partenza da Maccagno con Pino e Veddasca e arrivo a Cittiglio, in provincia di Varese. Sabato prossimo, 17 febbraio, alle ore 18:30, a Varese, negli accoglienti ambienti della Camera di Commercio, la Cycling Sport Promotion presenterà tutti i dettagli delle due gare, l’elenco delle squadre e delle nazioni presenti, le novità del percorso, il programma di iniziative ed eventi collaterali, i progetti legati all’ambiente, all’alimentazione dei ragazzi e all’educazione stradale.

Il territorio aspetta con entusiasmo l’appuntamento con il trofeo Binda: “Il ciclismo qui è di casa, e le strade e le piste ciclopedonali che attraversano il nostro territorio lo testimoniano – sottolinea Marco Magrini, presidente della Provincia -. Varese, da sempre terra di appassionati delle due ruote, accoglie questa competizione con la consueta determinazione, confermandosi destinazione ideale per gli amanti delle due ruote. Stiamo sviluppando dei progetti a livello provinciale che coniughino sport, cultura e turismo per valorizzare appieno il nostro territorio e per proiettare la nostra provincia sulla scena internazionale come una destinazione capace di offrire momenti interessanti per praticare sport e favorire il turismo culturale e sportivo. Ringrazio dunque Mario Minervino e tutti i suoi collaboratori e volontari per l’impegno, le risorse e la professionalità dedicati all’organizzazione dell’evento”.

Non da meno è l’augurio di Simone Castoldi, presidente della Comunità Montana Valli del Verbano: “E’ con grande piacere e soddisfazione che porgo i saluti della Comunità Montana Valli del Verbano alle atlete ed a tutti coloro che, a partire dal Presidente della Cycling Sport Promotion ASD, Mario Minervino, anche quest’anno hanno realizzato questo grande evento sportivo che porta il bellissimo territorio della Comunità Montana alla conoscenza del grande pubblico. Due grandi gare, che si svolgono nel nostro magnifico territorio tra salite e veloci tratti di pianura. Un percorso in cui ogni atleta potrà mettere in luce il meglio di sé”.

Anche Mauro Vitiello, Presidente della Camera di Commercio di Varese, pone l’attenzione sul territorio: “Il Trofeo Binda si conferma gara di rilievo internazionale che abbina all’alto profilo tecnico la promozione territoriale: grazie alla diretta televisiva, questa gara – organizzata nel nome di uno dei più grandi campioni dello sport della due ruote a pedali – diventa anche uno straordinario “catalizzatore d’attenzione” verso le nostre bellezze ambientali e artistiche. Un passaggio importante che garantisce forza propulsiva al progetto #varesedoyoubike che vuole valorizzare Varese e l’intera provincia quale luogo ideale per vivere appieno un’esperienza cicloturistica di qualità”. Alla serata di gala, sabato 17 febbraio parteciperà Sofia Bertizzolo (UAE Team ADQ) già campionessa europea e italiana, vincitrice di parecchie gare “classiche” tra cui il “Piccolo trofeo Binda” nel 2015. (Foto di Flaviano Ossola)

Doppia lezione del progetto scolastico: “Pedala, Pedala… in Sicurezza!”

Doppia lezione del progetto scolastico: “Pedala, Pedala… in Sicurezza!”

Ieri e oggi, martedì 7 febbraio rispettivamente a Gemonio e Cittiglio, si sono svolti i primi due appuntamenti del progetto “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” che la Cycling Sport Promotion, in collaborazione la Polizia Locale e la Polizia Stradale di Varese, propone ai ragazzi delle scuole del territorio: “Per noi è sempre una grande gioia vedere i ragazzi così interessati all’educazione stradale e alle lezioni teoriche di guida della bicicletta – sottolinea il presidente Mario Minervino -. Il mondo della scuola è molto sensibile e partecipe. Ringrazio in particolar modo tutto i docenti e i genitori per la loro preziosa disponibilità e partecipazione”.

Protagonisti i piccoli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale “E. Curti” di Gemonio (VA) e di Cittiglio (VA). Le lezioni interattive sono state tenute dal sovrintendente della Polizia Stradale di Varese Massimo Berardinello coadiuvato dall’assistente capo coordinatore Gian Luca D’Oronzo. Hanno preso parte le classi quarta e quinta elementare dei due istituti, per un totale di un circa 100 alunni. Il progetto “Pedala, Pedala… in Sicurezza!” ha l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni sui temi ambientali, sociali, con particolare riguardo alla sicurezza stradale (non solo con dimostrazioni teoriche ma anche con prove di abilità). Lo scopo è favorire l’uso della bicicletta quale mezzo a basso impatto ambientale. Un mezzo che contribuisce ad una maggiore fluidità del traffico urbano e allo stesso tempo promuove i valori dello sport e della salute. Andare in bicicletta, certo, ma in sicurezza e nel rispetto delle regole, attraverso l’attività di prevenzione e formazione nelle scuole.

Intanto la Cycling Sport Promotion prepara la presentazione ufficiale del Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – UCI Women’s Road World Tour ed il Piccolo Trofeo Alfredo Binda – Prova della Coppa delle Nazioni per donne junior in programma domenica 17 marzo con partenza da Maccagno con Pino e Veddasca e arrivo a Cittiglio, tutto in provincia di Varese. La presentazione ufficiale dell’evento è in programma a Varese sabato 17 febbraio presso la sede della Camera di Commercio.

Alla presentazione parteciperà Cordiano Dagnoni, presidente della Federazione Ciclistica Italiana che ha anticipato il suo saluto all’organizzazione: “Uno dei segreti del successo del Trofeo Binda – scrive il presidente Dagnoni – è il forte legame con le comunità del territorio, che da sempre mobilita le sue forze migliori, imprenditoriali e sociali. Voglio ringraziarle, a nome di tutto il movimento ciclistico che rappresento, perché senza di loro non sarebbe possibile ogni anno godere di questa grande festa. Il ringraziamento più grande, però, va alla Cycling Sport Promotion ASD, al patron Mario Minervino, a tutto il gruppo di lavoro e ai tanti appassionati che contribuiscono alla sua realizzazione”. (Foto di Flaviano Ossola)

Il calendario del progetto “Pedala, Pedala… in Sicurezza!”
– Gemonio.6 Febbraio 2024
Ore 9.30: quarta e quinta classe delle Scuole Primarie dell’Istituto comprensivo di Gemonio
– Cittiglio. 7 Febbraio 2024
Ore 9.30: quarta e quinta classe dell’Istituto comprensivo di Gemonio
– Cuveglio. 20 Febbraio 2024
Ore 14.30 quarta e quinta classe delle Scuole Primarie dell’Istituto comprensivo di Cuveglio con prova pratica nella nuova piazza
– Besozzo. 22 Febbraio 2024
Ore 9.30: quarta e quinta classe dell’Istituto comprensivo di Besozzo

Svelati gli importanti eventi collaterali al “Trofeo Alfredo Binda UCI WWT”

Svelati gli importanti eventi collaterali al “Trofeo Alfredo Binda UCI WWT”

PROGETTO AMBIENTE 2024

La Cycling Sport Promotion aderisce con entusiasmo alla campagna promossa dall’Unione Ciclistica Internazionale: “UCI Climate Action Charter”. “Abbiamo sottoscritto la carta d’azione per controllare il cambiamento climatico e già dallo scorso anno, come organizzatori del Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – UCI Women’s Road World Tour, abbiamo adottato tutte le misure utili a raggiungere l’obiettivo delle azioni proposte dall’UCI – sottolinea il presidente Mario Minervino – Si tratta di ridurre rapidamente le emissioni, combattere il cambiamento climatico lavorando per il contenimento del riscaldamento globale grazie alla promozione che arriva dall’uso della bicicletta. Noi da anni sosteniamo un apposito progetto scolastico che nel 2024 sta trovando ulteriore sviluppo sul territorio interessato dalla nostra corsa”. Tutti i dettagli del progetto “Uci Climate Action Charter” sono contenuti nelle pagine del sito web dell’Unione Ciclistica Internazionale: https://www.uci.org/uci-climate-action-charter/4inrJ3kdTJobJaDhopx0J0 Gli organizzatori europei firmatari: https://www.uci.org/uci-climate-action-charter/4inrJ3kdTJobJaDhopx0J0

PROGETTO SCOLASTICO “PEDALA, PEDALA… IN SICUREZZA!”

“La bici è bella, è il primo gioco di un bambino, è un’esperienza di crescita, il modo migliore per rispettare l’ambiente, è divertente e fa bene, è un oggetto alla portata di tutti e per tutte le tasche. La bicicletta è il gioiello del futuro.” E’ questa la premessa del progetto scolastico “Pedala, Pedala in Sicurezza” che da anni la Cycling Sport Promotion propone al territorio con sempre più successo. “Con questa iniziativa – aggiunge Mario Minervino – sensibilizziamo i ragazzi sui temi ambientali, sociali con particolare riguardo alla sicurezza stradale sia attraverso lezioni teoriche che con prove di abilità. L’obiettivo è anche quello di favorire l’uso della bicicletta quale mezzo a basso impatto ambientale che contribuisce ad una maggiore fluidità del traffico urbano e allo stesso tempo a promuovere i valori dello sport e della salute”. Il progetto è indirizzato agli alunni delle Scuole Primarie con la collaborazione della Polizia Stradale di Varese e la Polizia Locale.

Il Calendario degli eventi legati alle scuole:
– Gemonio (6 febbraio 2024)
Ore 9:30: quarta e quinta classe delle Scuole Primarie dell’Istituto comprensivo di Gemonio
– Cittiglio (7 febbraio 2024)
Ore 9:30: quarta e quinta classe dell’Istituto comprensivo di Gemonio
– Besozzo (data da definire)
Ore 9:30: quarta e quinta classe dell’Istituto comprensivo di Besozzo
– Cuveglio (20 febbraio 2024)
Ore 14:30 quarta e quinta classe delle Scuole Primarie dell’Istituto comprensivo di Cuveglio con prova pratica nella nuova piazza
– Cittiglio (sabato 16 marzo)
Tutti i ragazzi delle scuole primarie e secondarie (con ogni tipo di bicicletta) sono invitati a partecipare ad una simpatica attività di abilità ciclistica, con la collaborazione della Polizia Stradale e della Polizia Locale. A tutti saranno consegnati l’attestato di partecipazione ed un gadget. La classe con più partecipanti al progetto “PEDALA, PEDALA… IN SICUREZZA!” sarà ospitata domenica 17 marzo in un settore riservato della tribuna all’arrivo del trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio. Sulla linea d’arrivo sarà consegnata loro una coppa a ricordo del progetto.

PROGETTO ALIMENTAZIONE E NUTRIZIONE 2024

E’ la bellissima novità di quest’anno: Mario Minervino e la Cycling Sport Promotion hanno proposto alla dott.ssa Michela Stella un incontro con i ragazzi e le loro famiglie nel quale affrontare il tema dell’alimentazione sana. “Siamo consapevoli che il tema dell’alimentazione è molto importante non solo per chi pratica lo sport – sottolinea Mario Minervino – e non c’è occasione migliore del trofeo Binda – Comune di Cittiglio per affrontare un argomento così importante. Pensiamo così di dare il nostro contributo sostenendo il lavoro della dott.ssa Michela Stella che, in particolar modo, affronterà il tema dei menù a scuola”.

Il Calendario degli eventi legati all’alimentazione:
– Cittiglio (primi giorni di marzo 2024)
Ore 9:30 quarta e quinta classe delle Scuole Primarie dell’Istituto comprensivo di Gemonio. (Foto di Flaviano Ossola)

Il plauso del presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale David Lappartient

Il plauso del presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale David Lappartient

“Il Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio” celebra nel 2024 la sua 25a edizione, una pietra miliare per questo superbo evento divenuto un appuntamento importante dell’UCI Women’s WorldTour. Questa uscita di inizio stagione sulle bellissime strade della provincia di Varese si conclude a Cittiglio, cittadina importantissima per il ciclismo italiano in quanto città natale del leggendario Alfredo Binda, tre volte Campione del Mondo su strada UCI e cinque volte vincitore del Giro d’Italia. Il Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio si è sviluppato nel corso degli anni fino a diventare una gara molto attesa nell’UCI Women’s WorldTour, svolgendo un ruolo enorme come elemento fondamentale per lo sport femminile. Gli organizzatori, la Cycling Sport Promotion, meritano molto credito, non solo per la loro dedizione al ciclismo femminile d’élite ma anche per aver promosso questo sport a livello junior.

Nello stesso giorno della gara dell’UCI Women’s WorldTour si svolgerà l’undicesima edizione del Piccolo Trofeo Alfredo Binda – Valli del Verbano, prova chiave della UCI Women Junior Nations’ Cup. A questi due eventi di altissimo livello si affiancano tutta una serie di attività legate al ciclismo che coinvolgeranno l’intera comunità. Vorrei esprimere i sinceri ringraziamenti dell’UCI per questo impegno duraturo nello sviluppo dello sport del ciclismo”. Scrive così David Lappartient, presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale, alla Cycling Sport Promotion che domenica 17 marzo organizzerà il doppio evento di ciclismo femminile, traguardo di prestigio della prima parte della stagione agonistica. Come nel 2023 il trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio – UCI Women’s Road World Tour 2024 e il Piccolo Trofeo Alfredo Binda – Prova della Coppa delle Nazioni per donne junior 2024 si svolgeranno con partenza da Maccagno con Pino e Veddasca e arrivo a Cittiglio, tutto in provincia di Varese.

Il presidente Lappartient aggiunge: “Vorrei anche esprimere la mia gratitudine a tutte le persone dietro le quinte, dai volontari ai funzionari, ai partner e agli sponsor, senza i quali eventi come questo sarebbero impossibili. Mille ringraziamenti vanno alla Federazione Ciclistica Italiana e al suo presidente Cordiano Dagnoni per il loro incrollabile sostegno al ciclismo su strada femminile e a tutte le forme di questo sport. Siamo molto felici del messaggio del presidente Lappartient. Un messaggio che ci riempie d’orgoglio e sollecita a migliorare ancora la qualità della nostra organizzazione – dichiara Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion – Come nel 2023 supporteremo la campagna di sensibilizzazione ambientale proposta dall’Unione Ciclistica Internazionale con iniziative che stiamo mettendo a punto, iniziative che annunceremo nel corso della conferenza stampa di presentazione in programma sabato 17 febbraio”. (Foto di Flaviano Ossola)

Serata indimenticabile al “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Ciclismo Femminile a Cittiglio”

Serata indimenticabile al “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Ciclismo Femminile a Cittiglio”

Bellissima, fortissima, grandissima, indimenticabile. Sono solo alcuni tra gli aggettivi più ricorrenti che hanno declinato l’emozione che, ieri sera, ha caratterizzato il “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio” che la Cycling Sport Promotion ha allestito nella cornice settecentesca di Villa Recalcati, a Varese. Emozioni, dunque, senza fine: dai toni del bianco e nero delle immagini fotografiche di Morena Tartagni ai primi video degli anni ’90 fino alle immagini spettacolari delle ultime edizioni. Emozionate le signore, emozionate le donne giovani con le giovani famiglie al seguito, emozionate anche le più giovani, le atlete in piena attività che tolgono il sonno al CT Paolo Sangalli in vista delle Olimpiadi del 2024. Il Gran Galà organizzato dal presidente Mario Minervino è stato un film sulla storia del ciclismo femminile; dai forti pregiudizi denunciati dalla Tartagni alle difficoltà ed ai progressi del ciclismo italiano che si apriva prima alle atlete dell’Est Europa poi a quello mondiale fino all’avvento del professionismo, globalizzazione e tecnologia. Cinquant’anni perfettamente raccontati dal trofeo Alfredo Binda, nato sulle strade di Cittiglio per promuovere il ciclismo femminile prima sul territorio regionale, poi nazionale e internazionale fino alla risonanza mondiale che l’evento ottiene sempre più.

Moltissime sono state le testimonianze di stima per l’attività e l’impegno del presidente Mario Minervino: dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, intervenuto con un video messaggio: “Il calendario internazionale premia la provincia di Varese. La bici da sempre modo apprezzare e valorizzare i nostri luoghi e i nostri paesaggi. Per questo rivolgo a Minervino il mio plauso”. A Marco Magrini, presidente della Provincia di Varese: “Sono legato al territorio su cui si svolge il trofeo Binda. Da ex presidente della Comunità Montana compresi subito il valore dell’evento e continuo a sostenerlo con entusiasmo”. E poi l’annuncio: “Stiamo progettando un piano che unisce sport, cultura e turismo e proporre Varese all’attenzione mondiale. Già oggi Varese è la seconda provincia italiana per sviluppo della rete di piste ciclabili”. A Salvatore Ciarcià. vice-prefetto di Varese che ha sottolineato come: “Lo sport costituisca un forte volano per la promozione della cultura e del turismo”.

Mario Minervino ha riassunto la storia del Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio, dai primi organizzatori e sostenitori alle Istituzioni del territorio che hanno assicurato il sostegno, agli sponsor, da quelli storici agli attuali, alle Istituzioni Sportive che hanno accompagnato la crescita dell’evento, ai Volontari, alle Forze dell’Ordine, alle numerose Associazioni che garantiscono la sicurezza dell’evento che ha ispirato la nascita della Coppa delle Nazioni junior e, nel 2023, ha proposto donne esordienti ed allieve nello stesso, magnifico e suggestivo scenario delle atlete elite. Tra le curiosità. Rossella Magnani, sindaco di Cittiglio, ha raccontato la storia della mascotte del trofeo Binda; una rana. O meglio, la rana birichina: “Per noi la flora e la fauna sono molto importanti; proposi la rana perché è simbolo di biodiversità. Era ormai anni fa ed io, all’epoca, lavoravo nel gruppo di Minervino”. Importanti le presenze significative per il trofeo Binda; da Alfredo Bonariva, il primo ad organizzare il gruppo femminile, al vice presidente onorario UCI Renato Di Rocco che chiese a Mario Minervino di tornare ad organizzare in Italia una gara di Coppa del Mondo femminile, ad Amedeo Colombo, tra i primi imprenditori a sostenere l’organizzazione di Mario Minervino, ai sindaci del territorio, agli ex sindaci di Cittiglio, a Luca Gialanella, responsabile del ciclismo alla Gazzetta dello Sport: “Mario Minervino per primo ha creduto nel ciclismo femminile che lui ha contribuito a far crescere fino al successo che riscuote oggi”

Tantissima le vincitrici del trofeo Binda presenti alla serata: Morena Tartagni, Nicoletta Castelli, Cristina Menuzzo “Noi correvamo e lavoravamo insieme; era tutto un altro mondo”, Anna Morlacchi “Grazie al ciclismo mi sono trovato benissimo anche nel ballo dove ho vinto 13 titoli italiani”, Francesca Galli “Il ciclismo mi ha dato tante soddisfazioni e delusimi. Mi ha insegnato a mandar già bocconi amari e questi valori mi sono serviti nella vita”, Rossella Galbiati “la gara di Cittiglio non pensavo di riuscire a vincerla. Ma poi riuscii giocando d’anticipo su tutte le altre”, Elisabetta Fanton “Il ciclismo è uno sport duro che ha formato il mio carattere e mi ha aiutato tantissimo”, Roberta Ferrero “Quando si fatica tanto insieme poi ci si ritrova e si è subito felici. Promuovere lo sport per la salute è buona cosa”, Nicole Brandli “Sono molto contenta di aver ritrovato tante compagne”, Svetlana Bubnenkova “Sono sempre arrivata dopo la musica, come si dice tra noi. Ma nel 2002 fu bellissimo”, Diana Ziliute “Un grande grazie a chi si impegna per fare in modo che la corsa continui. Sport è elisir di gioventù ed ora mi impegno di trasmettere qualcosa alle cicliste giovani di oggi”, Nicole Cooke “Il trofeo Binda è molto difficile come corsa e il team di Minervino è bravissimo”, Regina Schleicher (in perfetto italiano come Nicole Cooke, Nicole Brandli, Svetlana Bubnenkova e Diana Ziliute) “Una volta tutte le squadre forti erano italiane, ora molto è cambiato”.

Elisa Longo Borghini “Ringrazio tutte le donne che si sono battute per lo sviluppo del ciclismo femminile. Io ho guardato tutte loro quando erano in attività. Auguro alle ragazze di domani di mantenete la passione e l’entusiasmo che vedo nelle ragazze di un tempo”, Elisa Balsamo “Correre a Cittiglio è bellissimo; quando si fa l’ultima curva sento il tifo della gente che mi spinge verso il traguardo. Nel 2024 cercheremo di riportare il successo in Italia. Senza le vincitrici del passato non saremmo qui. Noi lotteremo per portare ancora più in alto il ciclismo femminile”, Noemi Cantele “Grazie ad Amedeo Colombo e Renato Di Rocco che ai mondiali di Stoccarda riconobbero gli stessi premi dei colleghi maschi”.

Infine, la sorpresa. Marianne Vos è intervenuta in collegamento dal ritiro di Tenerife: “Ho tanti ricordi legati al trofeo Binda, una delle corse più importanti che punto a vincere di nuovo nel 2024. Saluto e mi complimento con le pioniere del ciclismo femminile. Negli ultimi dieci/quindici anni il ciclismo femminile si è evoluto molto. Grazie al lavoro degli organizzatori tanti bambini e bambine oggi possono vedere il ciclismo femminile in TV”. Appuntamento con il trofeo Alfredo Binda domenica 17 marzo 2024. (Foto di Flaviano Ossola)

Grande attesa per il “Gran Galà del Trofeo Binda” in programma Sabato 2 Dicembre a Varese

Grande attesa per il “Gran Galà del Trofeo Binda” in programma Sabato 2 Dicembre a Varese

Sarà una bellissima pedalata nella storia del ciclismo femminile quella in programma sabato 2 dicembre a Varese in occasione del “Gran Galà del Trofeo Binda, 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio” che si terrà nelle sale di Villa Recalcati. Tantissime delle vincitrici della competizione hanno risposto all’invito della Cycling Sport Promotion: “Sì, siamo molto felici che abbiano accettato in tante di venire a Varese per festeggiare i 50 anni dalla prima edizione del trofeo Alfredo Binda – dichiara il presidente Mario Minervino – Tra i tanti valori che caratterizzano il ciclismo c’è senza dubbio quello della memoria. Sabato festeggeremo Alfredo Binda a cui è dedicata la corsa ma passeremo in rassegna tutte le edizioni già vissute, molte di queste con la presenza delle vincitrici. Sarà un viaggio magnifico che racconterà tanto del ciclismo femminile ma anche delle nostre valli e della nostra comunità che tiene tantissimo a questa corsa”.

Ecco l’elenco delle vincitrici del trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio che sarà possibile salutare e festeggiare sabato 2 dicembre, con inizio alle ore 17.30: Morena Tartagni, Nicoletta Castelli, Cristina Menuzzo, Anna Morlacchi, Francesca Galli, Lucia Pizzolotto, Stefania Carmine, Rossella Galbiati, Elisabetta Fanton, Roberta Ferrero, Nicole Brandli, Svetlana Bubnenkova, Diana Ziliute, Nicole Cooke, Regina Schleicher, Elisa Longo Borghini, Elisa Balsamo. Ci sarà anche Noemi Cantele la varesina che vinse il trofeo Binda juniores nel 1999. Nel prestigiosissimo albo d’oro del trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio figurano quasi tutte le più forti ed amate cicliste di ogni tempo; spicca l’olandese Marianne Vos, vincitrice ben quattro volte della corsa organizzata dalla Cycling Sport Promotion. (Foto di Flaviano Ossola)

Si avvicina la grande festa per i 50 anni di storia del “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio”

Si avvicina la grande festa per i 50 anni di storia del “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio”

Sabato 2 dicembre a Varese, in Villa Recalcati, la Cycling Sport Promotion celebrerà un bel pezzo di storia del ciclismo femminile internazionale. Nel 2024 cadranno infatti 50 anni dalla prima edizione del “Trofeo Alfredo Binda” e 25 anni da quando la corsa ha assunto la denominazione definitiva: “Il 2024 sarà un anno molto importante, ecco perché abbiamo deciso di celebrare il 50° anniversario dalla prima edizione della gara femminile a Cittiglio e celebreremo anche la 25ª edizione del Trofeo Alfredo Binda Comune di Cittiglio – dichiara il presidente Mario Minervino – Per queste ricorrenze abbiamo deciso di organizzare il ‘Gran Galà del Trofeo Binda, 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio’, nel quale ripercorreremo la storia della nostra corsa, attraverso le testimonianze di tutte le campionesse che nel tempo lo hanno vinto e hanno dato lustro a questa classica del ciclismo femminile. Con l’evento del 2 dicembre vogliamo porre l’attenzione sul valore che la gara assume sempre più nel panorama ciclistico internazionale. Un valore enorme per Cittiglio e per tutto il comprensorio nord della provincia di Varese. Vedere cosa è diventata negli anni questa manifestazione sportiva al femminile è motivo di grande soddisfazione. Siamo molto emozionati quando pensiamo alla bella vetrina mondiale che il Binda garantisce ogni anno”. Saranno tantissime le vincitrici del “Trofeo Alfredo Binda” presenti al Gran Galà, ad iniziare da Elisa Longo Borghini ed Elisa Balsamo, le ultime due vincitrici italiane. (Foto di Flaviano Ossola)

Sabato 2 Dicembre a Varese il “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Storia”

Sabato 2 Dicembre a Varese il “Gran Galà del Trofeo Binda – 50 Anni di Storia”

Sabato 2 dicembre la città di Varese ospiterà il “Gran Galà del trofeo Binda, 50 anni di ciclismo femminile a Cittiglio”. Infatti, nel 2024 cadranno esattamente cinquant’anni dalla prima edizione della competizione nata dalla passione popolare di una comunità che diede i natali ad Alfredo Binda, grande campione degli anni ’20 e ’30. Nel 1974 il trofeo Binda fu vinto dalla lecchese Giuseppina Micheloni a cui fecero seguito nomi importanti del ciclismo italiano da Morena Tartagni a Lucia Pizzolotto, Maria Canins, Elisabetta Fanton, Valeria Cappellotto e Fabiana Luperini. Già nel 1985 la corsa ebbe un importante riconoscimento, con l’assegnazione del titolo tricolore.

La corsa non venne organizzata nel 1997 e nel 1998. La Federazione Ciclistica Italiana la ripropose nel 1999 come gara nazionale e l’organizzazione della Società Ciclistica Caravatese Inda. Nel 2007 il trofeo Binda fu promossa gara internazionale sotto l’egida dell’Unione Ciclistica Internazionale e nel 2008 l’organizzazione passò alla Cycling Sport Promotion di Mario Minervino. La competizione fu subito inserita nel calendario di Coppa del Mondo divenendo una delle competizioni internazionali più ambite. Quindi dal 2016, con le modifiche apportate dall’Unione Ciclistica Internazionale, il Trofeo Alfredo Binda è prova di prestigio del calendario del Women’s World Tour. Sarà festa grande sabato 2 dicembre, alle ore 17:00 a Villa Recalcati, in piazza Libertà a Varese. Tantissime delle vincitrici, dalle meno giovani alle vincitrici di questi ultimi anni, saranno presenti a partire da Elisa Longo Borghini ed Elisa Balsamo, rispettivamente vincitrici a Cittiglio nel 2021 e 2022. (Foto di Flaviano Ossola)